Convergenza gomme: cos’è, quando farla e perché

Convergenza gomme: cos’è, quando farla e perché

Tra le varie operazioni di manutenzione per l'automobile, una delle più importanti è la convergenza delle gomme.

Ultimamente trovi che la tua auto ha qualcosa di strano? Quando percorri una strada rettilinea ti sei accorto che il volante non è perfettamente dritto, oppure non si auto-allinea correttamente dopo una sterzata. Inoltre, magari, hai fatto uno sforzo differente in caso di curva a destra o a sinistra. Se questi sono i sintomi che hai rilevato durante la guida della vostra vettura, allora probabilmente è devi effettuare la convergenza delle gomme.

CONVERGENZA GOMME: cos’è? La convergenza rappresenta uno degli angoli caratteristici delle gomme di un’automobile e serve a determinarne l’assetto geometrico. Se le ruote sono inclinate all’interno si parla di convergenza positiva, se verso l’esterno di convergenza negativa o divergenza.

CONVERGENZA GOMME: COME E QUANDO FARLA
In parole povere, se avverti “strane” sensazioni mentre guidi, è il caso di rivolgersi ad un esperto per effettuare la regolazione della convergenza. L’operazione richiederà circa mezz’ora di lavoro. Al suo termine, la tua auto avrà recuperato l’assetto migliore per mantenere il massimo comfort sulla strada: sarà più stabile e risponderà subito ai comandi dati allo sterzo.

Quando è opportuno procedere? Anzitutto ogni volta che le ruote vengono cambiate, in modo da mantenere sempre alti gli standard di sicurezza, consumi e guidabilità. E poi ogni volta che si percepisce qualcosa di anomalo provenire dalle ruote. Perché la sicurezza, soprattutto in strada, è importante!

© Copyright 2020 Progetto Service All Rights Reserved. P.iva: 11029800015